• Le prime valutazioni sul sistema di raccolta

Logo SAPM

logo regione Sicilia

Dai primi studi effettuati dalla Regione Siciliana in collaborazione con la Scuola Agraria del Parco di Monza si è già dimostrato che il sistema N.O.WA.S.T.E. porterebbe grandi vantaggi economici dal punto di vista della riduzione dei costi di raccolta e trasporto dell’umido. Occorre inoltre valutare l’intero sistema quantificando il valore del compost prodotto e il suo impiego e commercializzazione come prodotto di alta qualità, nonché i margini di ottimizzazione relativi alla produzione dell’elettrodomestico su scala industriale (studi di mercato previsti nell’ultimo semestre del progetto).

Nello specifico la Scuola Agraria ha effettuato un’analisi di benchmarking “per valutare la fattibilità economica dell’implementazione di un sistema di raccolta della frazione organica mediante il sistematico utilizzo di dispositivi NOWASTE in contesti reali, andando a valutare i costi e le performance” .

Per sviluppare adeguatamente il confronto, sono stati i coinvolti altri 3 comuni siciliani (Alcamo, Castelbuono e Marineo) che presentano elevate rese di intercettazione della frazione organica tramite servizio porta a porta (pap) standard. Dall’analisi dei dati forniti, la Scuola Agraria è pervenuta alle seguenti conclusioni:

-          “l’introduzione del sistema NoWaste nei due comuni di Alcamo e Marineo è decisamente interessante rispetto ad un servizio di raccolta pap standard per quanto riguarda il contenimento del costo della fase di raccolta”

-          “i costi di raccolta e trasporto si riducono mediamente del 65% in seguito alle ridotte frequenze di raccolta differenziata”

-          “la riduzione del costo della raccolta è dovuto principalmente alla diminuzione dell’impegno del personale addetto che, prendendo l’esempio del comune di Marineo, incide per il 75% circa sul costo di un servizio pap standard”

-          il costo di recupero della frazione organica sarà oggetto di approfondimento in una fase successiva, tuttavia è già stato possibile ipotizzare “una riduzione del costo di trattamento fino al 65% dell’attuale tariffa di conferimento agli impianti di compostaggio”

-          “la riduzione del costo della raccolta viene però controbilanciata dal deciso aumento del costo di investimento e (in subordine) di gestione del dispositivo NoWaste, la cui concorrenzialità rispetto

ad un servizio pap standard passa necessariamente per una attenta valutazione sugli ulteriori margini di riduzione dei costi di realizzazione del dispositivo su scala industriale; solo nel caso del Comune di Marineo, l’elevato costo di gestione attuale porta ad un beneficio economico immediato per applicazione della riduzione delle frequenze di raccolta.”

Le prime conclusioni della Scuola Agraria del Parco di Monza suggeriscono “alcuni orientamenti per l’ulteriore sviluppo del dispositivo NOWASTE e per l’individuazione dei contesti nei quali questo approccio possa risultare particolarmente vantaggioso. In generale, l’obiettivo è quello di enfatizzare i vantaggi della riduzione del costo delle raccolte (grazie alla riduzione delle frequenze di raccolta) al minor costo di investimento per i dispositivi:

-          approfondendo l’analisi dei costi in contesti in cui, attraverso circuiti pap standard, si realizzano diseconomie per la contestuale necessità di raccogliere la FORSU con elevata frequenza non potendo d’altra parte rendere efficienti i trasporti ai siti di recupero: è questo il caso delle piccole isole e dei comuni a forte dispersione territoriale laddove non sia possibile una importante diffusione del compostaggio domestico

-          privilegiando contesti dove il numero di utenze non sia eccessivo rispetto al numero di abitanti

-          ottimizzando ulteriormente il costo di realizzazione dei dispositivi

-          approfondendo i margini realistici di riduzione del peso del rifiuto trattato, che potrebbero rendere

possibile la revisione della struttura e delle attrezzature necessarie alla raccolta”

 

Clicca qui per visualizzare la relazione completa

 


Partners

  • COMUNE DI GAGGI
  • COMUNE DI MELILLI
  • castelmola CASTELMOLA DI CASTELMOLA
  • irsat
    IRSSAT
  • siciliaREGIONE SICILIA
  • catania
    PROVINCIA DI CATANIA
  • UNIVERSITA' DI CATANIA
  • biomedi
    BIO.MEDI

aderire-al-progetto

avanzamenti-tecnici