E' in corso la prima fase di sperimentazione del progetto N.O.WA.S.T.E., al momento 24 famiglie residenti a Gaggi, Castelmola e Melilli stanno utilizzando il prototipo nelle loro case.

Le famiglie coinvolte in questa 1° fase sono persone particolarmente motivate a partecipare al progetto dando il loro contributo attivo. Esse sono state individuate dal Comune perché hanno dimostrato una particolare sensibilità e consapevolezza nei confronti delle tematiche legate allo smaltimento dei rifiuti e alla loro gestione sostenibile e si sono dimostrate tutte disponibili a collaborare attivamente con il Comune e l’IRSSAT per fornire in maniera continuativa i dati di riferimento relativi all’uso del prototipo che via via saranno richiesti;

Le famiglie sono anche state definite “Amiche del Prototipo” poiché sono consapevoli che la loro esperienza sarà fondamentale nello sviluppo delle altre fasi del progetto N.O.WA.S.T.E., pertanto le famiglie coinvolte in questa prima fase sono da considerarsi a tutti gli effetti parte attiva del progetto e sono consapevoli di avere una grande responsabilità in quanto dalla loro collaborazione puntuale dipende la stessa buona riuscita del N.O.WA.S.T.E.;

Il prototipo che viene sperimentato in questa prima fase è solo un primo modello realizzato artigianalmente pertanto in nessun caso questo può essere considerato un elettrodomestico, per questo motivo le famiglie sono tenute ad attenersi scrupolosamente alle istruzioni fornite dall’IRSSAT per garantire il corretto uso del prototipo;

Lo scopo principale di questo primo ciclo di test è quello di ottenere dati e informazioni per sviluppare una nuova versione del prototipo che sarà ottimizzato in tutti i suoi elementi e sarà più funzionale e più semplice da utilizzare, pertanto le famiglie sono tenute a compilare degli appositi questionari per l’acquisizione dei dati ed il monitoraggio tecnico;

OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE durante la prima fase di coinvolgimento delle famiglie “amiche del progetto” attraverso i test quotidiani sono i seguenti:

  • Testare la compatibilità del prototipo con l’ambiente domestico, per esempio istallandolo in cucina, e verificarne eventuali punti deboli quali eventuali fuoriuscite di cattivi odori o altri inconvenienti;
  • Verificare la durata ed il corretto funzionamento delle componenti meccaniche ed elettroniche sottoposte a sollecitazione ed usura dovute al funzionamento continuativo nel tempo;
  • Sviluppare grazie al confronto con l’esperienza delle famiglie coinvolte, le modalità di organizzazione di raccolta del pre-compost prodotto;


Partners

  • COMUNE DI GAGGI
  • COMUNE DI MELILLI
  • castelmola CASTELMOLA DI CASTELMOLA
  • irsat
    IRSSAT
  • siciliaREGIONE SICILIA
  • catania
    PROVINCIA DI CATANIA
  • UNIVERSITA' DI CATANIA
  • biomedi
    BIO.MEDI

aderire-al-progetto

avanzamenti-tecnici