Stato di avanzamento tecnico – Report n. 5

dal 01.12.2012 al 31.05.2013

 

 

Progressi e risultati raggiunti finora

 

Proponiamo di seguito un breve aggiornamento sullo stato di avanzamento delle azioni in corso:

 

-          Task 1 – Gestione del progetto da parte di tutti i beneficiari associati

Durata 52 mesi da settembre 2010 a dicembre 2014 - E’ stato richiesto un prolungamento di 12 mesi

  • Frequenti incontri, comunicazioni ai partner e supporto tecnico
  • Raccolta e gestione documenti per il monitoraggio relativamente a tutte le azioni del progetto
  • Organizzazione meeting di coordinamento (ogni 4-5 mesi)

Il 5° incontro si è svolto il 27/11/2012 mentre il 6° meeting di coordinamento si è svolto a Palermo e a Gaggi in due giornate il 22 ed il 23 Maggio 2013 in concomitanza con la terza visita di monitoraggio svolta dal Team di monitoraggio esterno GEIE Astrale-Timesis.

  • Aggiornamento sito internet, pubblicazione rapporti di avanzamento e invio newsletter
  • Elaborazione dei reports per la Commissione Europea

Il Mid-term Report è stato inviato a Gennaio 2013

La richiesta di prolungamento è stata inviata ad Aprile 2013

 Il prossimo Progress Report è previsto entro Febbraio 2014

 

CRITICITA’:
 
               - Rispetto delle scadenze,
 
               - Problemi tecnici sito www.lifenowaste.it: sito accessibile ma non è possibile inserire aggiornamenti, è in corso l’acquisizione dei preventivi per farne uno nuovo mantenendo lo stesso indirizzo. Gli aggiornamenti sul progetto vengono temporaneamente pubblicati          su www.irssat.it. Si conta di risolvere definitivamente il problema entro il 30/06/2013.

 

-          Task 4 - TASK 4 – Realizzazione prototipi ed avvio della 2° Fase di sperimentazione

Avvio 2° fase di sperimentazione. E’ in corso la distribuzione dei prototipi a Gaggi, Castelmola e Melilli.

I Comuni concordano con il capofila il ritiro dei prototipi e si occupano della loro consegna alle famiglie.

I tecnici dell’IRSSAT forniscono assistenza per la prima messa in funzione dei prototipi recandosi a casa delle famiglie selezionate accompagnati dai dipendenti comunali che hanno l’incarico di fornire assistenza tecnica di base

  • Dalla fine di Aprile le prime 5 famiglie di Gaggi collaborano attivamente utilizzando il prototipo nelle loro case.
  • Altri n. 5 prototipi GAMMA sono stati consegnati al Comune di Castelmola il 16/05/2013, il Comune sta provvedendo ad effettuare l’installazione presso le abitazioni
  • Entro il 31/05/2013 saranno consegnati n. 5 prototipi alle famiglie di Melilli

CRITICITA’: questa fase del progetto ha subito un forte ritardo a causa delle gravi problematiche riscontrate nell’affidamento della produzione dei 1.000 prototipi ad aziende esterne.

-          Si è convenuto che il capofila attrezzasse un apposito laboratorio per la realizzazione dei prototipi rispettando i costi e gli standard inizialmente previsti.

-          Per tale motivo è stato richiesto alla Commissione Europea il prolungamento di un anno delle attività progettuali (fino al 31/12/2014)

 

Il nuovo modello: il PROTOTIPO GAMMA

In generale il nuovo modello del prototipo si presenta di utilizzo facile e più immediato, sarà più semplice da pulire e potrà essere collegato alla rete idrica. Inoltre garantirà una maggiore autonomia di riempimento del secchio rifiuti.

Le principali innovazioni riguardano:

  • Vano inferiore, possibilità di collegamento diretto alla rete idrica domestica ed eliminazione del sistema di raccolta e riciclo acqua
  • Sistema di raccolta rifiuto trattato e pre-compostato
  • Vano superiore, sistema di triturazione e scarico
  • Involucro esterno

Infine scartando la possibilità del modello ad incasso totale all’interno dello sportello sottolavello delle cucine componibili, è stata prevista la realizzazione di un modello senza involucro esterno che viene inserito all’interno di uno sportello con “cestone estraibile” in modo da garantire un uso facilitato all’utente durante il carico dei rifiuti dall’alto. Questo modello sarà realizzato dopo l’avvio della 3° fase di sperimentazione solo per 10 famiglie che ne faranno espressamente richiesta.

 

Le attività di informazione e supporto alle famiglie

  •  Avvio 2° fase di sperimentazione nei 3 comuni, realizzazione eventi e Workshops informativi con le famiglie coinvolte (a Gaggi il 22/04/2013, a Castelmola il 28/04/2013)
  • Continua l’impegno dei funzionari che curano gli infopoints comunali per informare e supportare le famiglie e fornire assistenza tecnica di base      

CRITICITA’: Occorre rafforzare il supporto dato alle famiglie a livello locale da parte dei Comuni sia per gestire l’info point N.O.WA.S.T.E. che per le attività di promozione locali.

Per supportare i Comuni l’IRSSAT ha individuato una coordinatrice delle attività di promozione locali che fornisce supporto e collabora con i referenti comunali nell’organizzazione di eventi ed incontri con le famiglie.

La responsabilità della buona riuscita di queste attività è attribuibile esclusivamente ai Comuni. Il capofila può offrire suggerimenti e supporto ma sono i Comuni che devono garantire l’effettiva realizzazione delle attività previste impegnandosi per assicurare buoni risultati.

 

Task 5 - Monitoraggio e valutazione del contesto e dei risultati del progetto

L’azione comprende le seguenti attività in corso:

  • Attività di monitoraggio: valutazione critica delle azioni in corso, raccolta dati, attività di riprogrammazione
  • Analisi dei rischi e delle minacce, studio delle soluzioni da attuare
  • Analisi sugli usi finali del compost
  • Analisi di laboratorio sul pre-compost prodotto e sui liquidi (liquido di fermentazione e acqua di processo)

  L’obiettivo finale è ottenere compost di alta qualità utilizzabile anche in agricoltura biologica

  A tal fine chimici ed esperti nel settore del compostaggio e del trattamento dei rifiuti organici collaborano attivamente al fine di garantire un approfondito confronto fra le varie esperienze e sviluppare adeguatamente le analisi sugli standards del sistema. In particolare, nell’ambito dell’azione 7.2 Network Regionale NOWASTE, coordinata dal DRA, la Scuola Agraria del Parco di Monza (subcontractor) sta conducendo un’analisi di Benchmarking dei costi a partire da una modellizzazione del servizio con RD umido classica Vs RD del pretrattato NoWaste, allo scopo di elaborare una valutazione comparata dei costi di raccolta nei 3 Comuni pilota, in modo da avere dei modelli in scala reale su cui confrontarsi. Sono stati individuati altri 3 comuni siciliani pilota con cui sviluppare il confronto.

 

           I livelli di approfondimento proposti sono:

- stima degli attuali costi di raccolta secco/umido sull’intero territorio comunale dei comuni scelti

- analisi economica comparata tra raccolta umido (mediante un sistema porta a porta) e raccolta scarto NoWaste nei 3 comuni.

- analisi del rapporto costi/benefici dell'intercettazione tramite un sistema di raccolta Porta a Porta e tramite Nowaste agendo sulle principali variabili caratteristiche (tipo di contenitori, frequenze di raccolta, tipo di mezzi necessari per la raccolta)

 Approfondimento sulla produzione di biogas durante la fase di fermentazione – sono allo studio eventuali accorgimenti da poter adottare in merito all’organizzazione della raccolta del pre-compost e allo stazionamento del digestato presso l’isola ecologica comunale all’interno di contenitori a tenuta stagna.

 

Task 6 Dissemination – Campagna di promozione del progetto

 Comprende l'organizzazione di tutti gli eventi di promozione del progetto.

  • Organizzazione eventi di promozione del progetto
  • Coinvolgimento attivo delle scuole presenti sul territorio dei 3 comuni partners
  • Organizzazione visite al laboratorio NOWASTE per gli alunni delle scuole primarie e secondarie
  • Partecipazione alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti
  • Organizzazione prossime edizioni di GIOCHI SENZA RIFIUTI 2013 in collaborazione con i Comuni
  • Organizzazione concorsi (fumetti, racconti brevi, fotografia, videoclip, scelta del nome per il prototipo, ecc.)
  • Pubblicazione fumetti
  • Realizzazione videogioco e app NOWASTE per iphone e smartphone

 

Action 6.2

Attività di formazione per i giovani

L’obiettivo è incrementare le conoscenze dei giovani rispetto alle tematiche ambientali in generale e nello specifico in merito alla gestione sostenibile delle risorse locali e dei rifiuti

  • Sono stati organizzati i primi 2 corsi a Castelmola e Melilli, in particolare si è registrato grande interesse e partecipazione a Melilli dove 56 partecipanti su 80 iscritti hanno completato l’intero percorso formativo.
  • A breve sarà pubblicata un’apposita sezione sul sito dove presentare il materiale didattico elaborato dai docenti e le relazioni finali dei corsisti
  • I comuni hanno collaborato individuando i giovani e mettendo a disposizione le sedi dove svolgere i corsi.
  • E’ prevista la realizzazione di altri n. 4 corsi a partire da ottobre 2013

 

TASK 7

Azione 7.2 “Creazione rete regionale per la sostenibilità del progetto”

A seguito della sottoscrizione in data 4.12.2012 del contratto di collaborazione con la Scuola di Agraria del Parco di Monza sono state pianificate le attività di analisi dei risultati della sperimentazione del Sistema Nowaste e in data 5.3.2013 si è svolto a Misterbianco un primo incontro di verifica dell’avanzamento delle stesse.

In particolare la Scuola di Agraria ha proposto di condurre su 3 Comuni pilota (Marineo, Alcamo e Castelbuono) un’analisi di Benchmarking dei costi di raccolta a partire da una modellizzazione del servizio con RD umido classica Vs RD del pretrattato NoWaste, in modo da avere dei modelli in scala reale su cui confrontarsi. Si ritiene di riuscire ad effettuare le prime elaborazioni entro la metà del mese di giugno.

In riscontro all’interesse manifestato da parte dei rappresentanti delle amministrazioni comunali in occasione dell’evento di lancio alla Mid-term Conference N.O.WA.S.T.E, tenutasi a Catania il 16 maggio 2012, il DRA ha promosso un nuovo incontro della Rete regionale per la sostenibilità del progetto che si è svolto a Palermo giorno 11 aprile presso i locali dell’Auditorium.

L’incontro è stato rivolto principalmente a circa 30 amministrazioni locali che presentano peculiarità legate alla ubicazione geografica del territorio comunale (aree rurali, piccole isole), al numero di abitanti o a particolari esigenze per l’effettuazione della raccolta o del trasporto dei rifiuti. Hanno partecipato 16 comuni di cui 9 hanno dato la disponibilità a far parte della Rete. Complessivamente le disponibilità ad oggi ricevute sono 16.

In occasione dell’evento che si è tenuto a Palermo, presso l’Auditorium, giorno 22 maggio 2013 per la “Presentazione della 2° fase di sperimentazione Nowaste” è stata presentata la Carta di adesione alla Rete in uno con il calendario dei prossimi incontri previsti, al momento, per il 18 settembre e il 20 novembre, in preparazione e in concomitanza della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti.

I risultati che si otterranno dall’analisi di benchmarking e dagli incontri della rete regionale costituiranno un aggiornamento delle relazioni tecniche prodotte con le Azioni 2.1 e 2.2 e saranno propedeutici, altresì, all’impostazione delle Linee guida per lo sviluppo del nuovo sistema di gestione dei rifiuti previste dall’Azione 7.1 del progetto.


Partners

  • COMUNE DI GAGGI
  • COMUNE DI MELILLI
  • castelmola CASTELMOLA DI CASTELMOLA
  • irsat
    IRSSAT
  • siciliaREGIONE SICILIA
  • catania
    PROVINCIA DI CATANIA
  • UNIVERSITA' DI CATANIA
  • biomedi
    BIO.MEDI

aderire-al-progetto

avanzamenti-tecnici